La grande fuga: gli italiani abbandonano la nave. Di Riccardo Scintu

In passato ho cercato di descrivere la preoccupante situazione demografica della Sardegna e in particolare della provincia di Oristano. L’età media della popolazione, i tassi di natalità e mortalità rappresentano degli elementi critici e di grande interesse per la nostra comunità.

In quell’occasione non mi sono occupato se non incidentalmente del tasso migratorio, che tutto sommato non incide in maniera decisiva sul livello di spopolamento in Sardegna secondo quanto si evince dai dati degli ultimi anni.

Una strategia energetica per la Sardegna, coraggiosa e che guarda al futuro. Di Giampiero Vargiu

In molti ritengono ancora che le scelte di sviluppo più importanti per la Sardegna siano state quelle legate alla manifattura pesante e, in particolare, alla chimica pesante degli anni sessanta e settanta.

Voglio raccontare un'altra storia.

Come scritto nel libro "Storia e Storie del Bacino Alto Flumendosa" di Luigi Pirroni, dipendente Enel in pensione, "nei primi anni del ventesimo secolo, la realtà socio - economica sarda appariva in forte ritardo rispetto alle pratiche produttive e al tenore di vita delle altre Regioni italiane".

Accordo sull’ILVA: un risultato positivo con il retrogusto agrodolce di una morale a tre facce. Di Gianni Pernarella

Il 6 settembre u.s., dopo una serrata trattativa finale è stato raggiunto e firmato l’accordo per l’ILVA tra Governo ( Commissari ), Sindacati e acquirente Arcelor – Mittal, che permette di salvare e mantenere in Italia la più grande acciaieria d’Europa.

Flat tax: importanti “picconatori” crescono anche nei dintorni, pur se al di fuori, del governo giallo verde. Di Gianni Pernarella

Il tema della “flat tax” è stato ampiamente analizzato, da diversi punti di vista, nel sito dell’Associazione attraverso numerosi Post e commenti basati su dati, analisi degli estensori e risultanze degli studi economici più accreditati.

Si rinvia per l’approfondimento, per chi ne abbia interesse, ricordandone i titoli interattivi:

Flat tax: quattro effetti e un equilibrio da raggiungere. Di Riccardo Scintu

Una proposta concreta “a costo zero o quasi” da realizzare nell’ambito del DUP di Oristano Area Strategica 4 , Missione 14 – Sviluppo economico e competitività. Di Gianni Pernarella

Rileva Riccardo Scintu nella sua analisi del DUP di Oristano,  con riferimento alla Missione 14 – Sviluppo economico e competitività “….non è chiaro in che modo si vogliono promuovere delle azioni di marketing per la valorizzazione dei prodotti locali…”.

Oristano DUP 2018-2020 terzo capitolo – Area Strategica 2. Di Riccardo Scintu

Il Documento Unico di Programmazione (o DUP) è l’atto con il quale le amministrazioni pubbliche declinano le linee di mandato in linee strategiche, indicando le modalità operative per il raggiungimento dei fini proposti.

La costruzione logica del DUP prevede una serie di fuochi progressivi, secondo la seguente articolazione:

Linee di mandato → Linee Strategiche → Obiettivi strategici → Obiettivi operativi.

Due, tre cose da non fare e invece altrettante da fare, per iniziare, in Italia. Di Gianni Pernarella

In questo Post cercherò di focalizzare alcune azioni che, a mio avviso, non dovrebbero essere fatte in Italia nell’ambito della politica economica: preferendone altre che invece potrebbero forse risultare, nella situazione attuale, più adeguate.

Due, tre cose su cui cercare alleanze in Europa. Di Gianni Pernarella

In questo Post cercherò di focalizzare alcune azioni, fra tante, su cui sarebbe utile che l’Italia ricercasse alleanze in Europa per modificane le scelte.

Sono peraltro consapevole del rischio che si tratti di un puro esercizio intellettuale di confronto con chi avrà la bontà di leggere, perché la possibilità che hanno di essere adottate, nel contesto politico attuale, mi sembra assai difficile. Sarebbe tuttavia già un grande risultato trovare lettori – pochi o tanti che siano – che le assumano come temi di riflessione, anche se non condivisi.

Il "sogno europeo di una Società Equa e Sostenibile": L'Italia. Di Giampiero Vargiu

Ho già scritto alcuni pezzi su questo tema. L'ultimo aveva il titolo Il "sogno europeo di una Società Equa e Sostenibile". L'Europa.

In quel pezzo richiamavo:

- la Risoluzione 70/1 " Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile" approvata il 25 settembre 2015 dall'Assemblea Generale dell'ONU, con la descrizione dei 17 nuovi Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile;