Senza Nome di Michela Ladu

Ambito Territoriale

Con gli occhi di vetro

ed il cuore spezzato

cammino senza dove.

Dove i fiati ululano al tempo

e il vento brucia;

ogni cosa perde il suo nome

e la voce non ha forma.

Arca Dispersione Senza Nome

chiama a sé popolo grigio.

 

“Arrivo” dico io non capita e mai voluta.

Dove si ripara il cuore?

E il vento diventa colore

e il tempo straccia sogni di desti pensieri

e desideri.

Tempo che mite miete morte.

La voce crea timide forme

il tempo sogna

e il popolo si stringe stregato.

infinite voci intrecciano la mia.

 

Qui è dove guarisce il cuore:

Ma io non resto: guardo e passo.

O vento che spargi le stelle

e carezzi i miei capelli lungo il cammino

parlami senza pudore

del sogno al meriggio

del desiderio senza nome

del tempo mietitore

Che camminare a lungo non posso

oramai ho il fiato corto.

Michela Ladu

Aggiungi un commento

HTML ristretto

  • Elementi HTML permessi: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.
Non vengono pubblicati Commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente.